SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La lista civica di sinistra sambenedettese “Cambia San Benedetto” aderisce alla raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare contro la diffusione di materiale inneggiante al nazismo ed al fascismo.

Crediamo sia un’iniziativa importante sia dal punto di vista nazionale che locale. Negli ultimi anni è evidente l’imbarbarimento di cui è vittima la nostra città, tra politici che vantano la partecipazione alla cena fascista d’Arquata e l’affissione di manifesti in ricordo dei fasci littori.

Da 4 anni le celebrazioni del 25 aprile non sono accompagnate da “Bella Ciao”, canto della resistenza partigiana, così come sembra essere caduta nel dimenticatoio la commemorazione della liberazione della città, avvenuta il 18 giugno 1944.

L’ultimo sfregio alla memoria storica è inferta dalla giunta regionale, che ha deciso di tagliare i finanziamenti al sistema bibliotecario dell’Istituto di Storia della Liberazione.

Di fronte a tutto ciò non arretriamo di un passo e invitiamo i cittadini a firmare la proposta di legge. Coltiviamo l’antifascismo per una società più giusta, più aperta, più umana, anche nella nostra città.

È possibile firmare la proposta di disegno di legge popolare presso l’ufficio relazioni col pubblico al piano terra del comune di San Benedetto del Tronto da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13,30. Ed il martedì e giovedì dalle 16 alle 18,30.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.