SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riprende il campionato dopo  la sosta natalizia e la Samb va a visitare una diretta concorrente per i play off, quella Feralpisalò che negli ultimi anni ha sempre coperto posizioni di vertice anche con ambizioni di vittoria del campionato. Oggi i lombardi, che nelle ultime giornate hanno perso qualche colpo, sono a 26 punti, uno in meno dei rossoblu (la vetta è a 33). L’incontro è previsto alle 17.30 di sabato 9 gennaio.

Rossoblu che hanno però diverse assenze, in difesa in particolare. Non ci saranno Di Pasquale, Biondi, Lavilla e Goicoechea, oltre a Serafino e D’Angelo. Zironelli comunque si sta orientando a schierare una Samb con le due punte e un trequartista: giustificato sia dalle disponibilità di giocatori che dai risultati. In attacco infatti sono tutti disponibili: recuperati le mezze punte Bacio Terracino e Chacon, ci sono Maxi Lopez, Nocciolini, Lescano e lo stesso Botta.

“Gennaio è un mese strano, c’è il calciomercato e ci sono voci continue che non devono distrarre i calciatori. I ragazzi sono anche richiesti, perché significa che si stanno comportando bene con noi” afferma mister Zironelli.

Proprio sul fantasista argentino Zironelli fa delle precisazioni: “Torna spesso dietro perché è un generoso e va ad aiutare anche i più giovani, ricordiamo che abbiamo giocato spesso con due 2001 come Masini ed Enrici, ragazzi bravi ma che devono prendersi le proprie responsabilità, andare in profondità. Stiamo lavorando per schierarlo da trequartista, in modo che lui con due punte davanti possa aiutare a sviluppare il gioco in profondità e non debba caricarsi del lavoro sporco del centrocampo”.

Per quello, spiega il mister, ci sono appunto i giocatori della mediana che dovrebbero essere Angiulli e Shaka Mawuli, “ma abbiamo anche altri calciatori in forma come Rocchi e De Ciancio”.

“In questo periodo ci siamo allenati bene e forte, conto di avere un gruppo in bella forma per iniziare l’anno al meglio – continua l’allenatore rossoblu – Ringrazio i miei calciatori che mi hanno dato fin qui tanto e io devo loro qualcosa, abbiamo fatto qualche passaggio a vuoto ma siamo a tre punti dal Perugia e a ridosso delle prime. Shaka a volte ha giocato come mezzala offensiva e in quella posizione è più portato all’inserimento e alla conclusione, ma stiamo lavorando e bene per portarlo al suo ruolo naturale, ovvero il mediano in un centrocampo a due.

Non è esclusa anche la soluzione Trillò: l’esterno sinistro, che la scorsa estate sembrava non rientrare nei piani dello staff tecnico, è stato poi reintegrato nel gruppo: “Da venti giorni si sta allenando molto bene e sta riprendendo gamba, anche se a causa del Covid non possiamo disputare partite amichevoli che aiuterebbero calciatori nelle sue condizioni. Non escludo che possa essere della partita”, quindi in alternativa a Malotti.

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.