SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo da un lettore la seguente comunicazione, che ci sembra condivisibile.

Camminando lungo Viale Marconi, ho notato che all’altezza del civico 46 in corrispondenza dei lavori per risanamento del lungomare (con relativa chiusura della pista ciclabile e la pista pedonale della corsia est), il gabbiotto che per anni ha delimitato lo stazionamento di una gru che serviva il cantiere del palazzo ormai quasi completato (la gru non è più al suo interno), è ancora lì al suo posto.

Premesso ciò, a prescindere delle autorizzazioni per occupazione del suolo pubblico, qualcuno al Comune si è chiesto se non fosse il caso di toglierlo in fretta e furia prima della chiusura della ciclabile e della pedonale sul lato opposto?

Ricordo che siamo in piena pandemia e il distanziamento sociale è un obbligo ma anche un diritto e in quel punto la larghezza del marciapiede si riduce a poco più di un metro di larghezza e lo stesso deve obbligatoriamente essere usato dai pedoni in entrambi i sensi di marcia a meno che uno non si butti sulla carreggiata, ora ridotta ad una sola corsia e con due sensi di marcia.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.