SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Scossa di terremoto avvertita nitidamente a San Benedetto attorno alle 12.20. Lampadari in movimento.

Secondo le prime notizie l’epicentro è in Croazia, magnitudo stimata tra 6.3 e 6.4 Richter.

Purtroppo la potenza del sisma è tale da aver provocato gravi danni nella zona dell’epicentro, con abitazioni crollate, feriti e vittime.

Dato confermato da Ingv. L’epicentro è poco a sud della capitale croata Zagabria. La località dell’epicentro è Petrinja, a 46 chilometri a sud dalla capitale.

La forte scossa, equivalente a quella del novembre 2016 nell’Appennino (la più forte della sequenza dell’Appennino Centrale del 2016) fa seguito ad una serie di scosse molto forti avvenute in Croazia nelle ultime ore, l’ultima delle quali di magnitudo 5.2 avvenuta alle 6.28 di questa mattina, con altre due scosse tra 4 e 5 della scala Richter.

Nel video le conseguenze della scossa del 28 dicembre di magnitudo 5.2

ANSA NUOVA EUROPA: NESSUNA CONSEGUENZA SU CENTRALE NUCLEARE SLOVENA Il sisma registrato stamattina in Croazia, nelle vicinanze di Zagabria, è stato sentito anche alla centrale nucleare di Krsko, in Slovenia, ma non ha avuto alcun impatto sull’operatività dell’impianto. Lo rende noto l’Autorità di sicurezza nucleare slovena, in un comunicato postato sul sito ufficiale del governo di Lubiana.

“La centrale opera normalmente senza alcun problema”, ha informato Lubiana. Il terremoto è stato comunque “percepito dal personale” di Krsko, ma la forza del sisma “è stata inferiore ai valori che richiederebbero una risposta” da parte dei tecnici della centrale, si legge nella nota.

ORE 16 Un terremoto di magnitudo 4.4 si è poi verificato nel pomeriggio a Verona.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.