GROTTAMMARE – La ciclovia turistica del Tesino approda in Consiglio comunale a Grottammare, che torna anche a parlare  del Popolo Saharawi nell’ultima e densa seduta del 2020, fissata a mercoledì mattina, 30 dicembre, in modalità  online.

Numerosi, infatti, gli argomenti all’ordine del giorno, tra cui l’approvazione del piano economico e  finanziario (PEF ) del servizio integrato di gestione dei rifiuti che il Consiglio dovrà affrontare seguendo le nuove regole metodologiche stabilite da Arera. Il PEF in approvazione è validato dall’Ata Rifiuti, sulla base dei dati forniti dal Comune e dalla Picenambiente spa in quanto gestore del servizio. L‘importo massimo delle tariffe TARI applicabili per l’anno 2020 è 3.952.110 €. Causa pandemia, che ha generato disallineamenti temporali tra l’approvazione del bilancio comunale e del Pef, il comune di Grottammare può mantenere le tariffe del 2019.

L’apertura della seduta, tuttavia, è affidata a mozioni e interrogazioni. Nello specifico, l’assise avvierà i lavori con una iniziativa di solidarietà verso il popolo Saharawi, in considerazione del recente inasprimento degli scontri  tra il Regno del Marocco e il Fronte Polisario. 

Il documento, presentato dal capogruppo in Consiglio del gruppo di Solidarietà e Partecipazione Stefano Novelli, contiene la condanna  verso tali atti e l’appello al Governo italiano e all’Unione Europea, affinché siano garantiti i sostegni alla popolazione del Saha occidentale, nonostante l’emergenza sanitaria da Covid, e sia promossa ogni azione utile a favorire lo svolgimento del legittimo referendum per l’autodeterminazione del Popolo Saharawi. 

Sempre del capogruppo di Solidarietà e Partecipazione la mozione relativa alle misure di contrasto alla deindustrializzazione nel Piceno e nelle Marche. 

Seguirà l’illustrazione di due interrogazioni, presentate dalla consigliera del gruppo M5Stelle Alessandra Manigrasso: la prima riguarda urgenti chiarimenti e informazioni in merito a quanto accaduto recentemente alla sottostazione Enel in Valtesino; con la seconda, si richiedono dati inerenti la gestione dei photored.

Nell’ultima seduta dell’anno, inoltre, l’assise affronterà la razionalizzazione delle partecipate, un adempimento di legge attraverso il quale viene fotografata la situazione delle società detenute dall’ente a fine 2019 per verificarne i requisiti e, dunque,  il mantenimento o la dismissione  delle relative quote.  Le società partecipate sono: CIIP, Picenambiente, Riviera delle palme (consorzio turistico in via di liquidazione) e la società indiretta (detenuta per mezzo della CIIP) Idrowatt.

Nuovo passaggio in Consiglio comunale di due proposte presentate dal settore Gestione del territorio. Si tratta dell’approvazione del Piano di lottizzazione in Valtesino in variante al Prg (progetto norma 21) e della variante puntuale per l’introduzione di una sottozona in via F.lli Rosselli, per il cambio di destinazione d’uso senza opere di un piccolo locale commerciale.

I lavori si chiuderanno con la richiesta di approvazione della convenzione per la realizzazione della “Ciclovia turistica del Tesino”. Il comune di Grottammare è l’ente capofila per la realizzazione del progetto che ha ottenuto dalla Regione Marche 300 mila euro per l’attuazione, con decreto del dirigente  del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio del marzo scorso. La convezione in approvazione è lo strumento che garantirà i rapporti tra i 7 Comuni coinvolti nel progetto, che sono: Grottammare, Castignano, Force, Montedinove, Offida, Rotella, Montalto Marche.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.