AGGIORNAMENTO ORE 18

12 decessi nelle Marche. Una 87enne di Ascoli al Madonna del Soccorso di San Benedetto e un 87enne di Spinetoli al Mazzoni di Ascoli.

Qui la scheda in pdf Arancio 24122020 ore 18

AGGIORNAMENTO ORE 12

Gialla 24122020 ore 12

Dati alla mano, si può dire: la discesa del numero dei ricoverati nelle Marche si è di fatto interrotta. O almeno, il suo andamento discendente è oggi troppo basso da poter essere risolutivo; ben diverso da quanto accadde nella “prima ondata” quando nel mese di aprile questo dato – il più significativo per l’epidemia insieme ai decessi perché non influenzato da errori come quello relativo, ad esempio, ai nuovi positivi – scese drasticamente (anche se allora, nel mese di marzo, si raggiunsero numeri cumulati doppi rispetto agli attuali).

Se rispetto a ieri i ricoverati nelle Marche sono aumentati di una unità, è il dato settimanale che fa riflettere: rispetto a 7 giorni fa i ricoverati sono diminuiti di 30 unità, una media di 4 al giorno. Tra il 29 novembre, giorno del picco della seconda ondata (683), e il 18 dicembre (481), la discesa è stata di 202 unità, praticamente 20 al giorno.

Un dato quindi da valutare, una discesa che rischia di fermarsi ed essere “esplosiva” a ridosso dei mesi più difficili dell’anno sul fronte delle epidemie influenzali.

Ad oggi i ricoveri in terapia intensiva sono 64 (+3), in semi-intensiva 129 (-3), i ricoveri non intensivi 473 (+1).

AGGIORNAMENTI ORE 11.30

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 5613 tamponi: 3646 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1703 nello screening con percorso Antigenico) e 1967 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all’11,4%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 415 (54 in provincia di Macerata, 141 in provincia di Ancona, 129 in provincia di Pesaro-Urbino, 29 in provincia di Fermo, 45 in provincia di Ascoli Piceno e 17 da fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (59 casi rilevati), contatti in setting domestico (97 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (105 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (22 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (18 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (5 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (11 casi rilevati), screening percorso sanitario (8 casi rilevati) e 1 rientro dall’estero. Per altri 89 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 1703 test e sono stati riscontrati 76 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 4%.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.