SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Club Estudiantes de La Plata non ha bisogno di presentazioni: è una delle squadre più vincenti del calcio Sudamericano, con 5 titoli nazionali cuciti sul petto, quattro Copa Libertadores, una Coppa Intercontinentale e una Coppa Interamericana al suo attivo.

E l’Estudiantes con il suo presidente, Juan Sebastian Veron, hanno scelto questa volta di farsi conquistare dall’Europa, scegliendo la Samb per realizzare un progetto tecnico internazionale di interscambio tra le due realtà calcistiche: il calcio italiano e argentino si confronteranno attraverso i diversi modi di fare e vivere il calcio dei due club.

Questa collaborazione avrà molteplici obiettivi a partire dalla condivisione di esperienze in ambito di formazione dei giovani calciatori, passando per lo sviluppo della metodologia di allenamento del gioco del calcio e anche quella di formare vicendevolmente calciatori che possano fare esperienza tecnica nei due club.

Siamo in un’era globale – ha detto il presidente Serafino -, in cui le distanze si azzerano attraverso i mezzi di comunicazione che abbiamo a disposizione e con l’opportunità di potersi confrontare facilmente con diverse realtà. E’ un’occasione per noi relazionarci con un club vincente che ha un progetto importante e che vuole condividere con la Sambenedettese. Stiamo ponendo le basi per sviluppare un nuovo modo di vivere il calcio, un modo “Glocal” che parte dai nostri territori, quindi dal locale per allargare i nostri orizzonti in maniera globale. Ringrazio il presidente dell’Estudiantes, Juan Sebastian Veron, di aver scelto il nostro club: vuol dire cha ha visto in noi un potenziale da valorizzare. Sono certo che insieme faremo grandi cose”.
Sono felice di poter brindare a questo progetto – ha detto Juan Sebastiano Veron – insieme a un club che sta crescendo. Per il nostro club è un passo importante poter collaborare con la Società di Domenico Serafino, presidente lungimirante


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.