FERMO – “Nella serata del 17 dicembre la Volante della Questura di Fermo è intervenuta su richiesta di un autista di un autobus del trasporto urbano nel Fermano il quale aveva segnalato due giovani cittadini stranieri i quali mantenevano un comportamento molesto nei confronti degli altri cittadini presenti sul mezzo, disturbandoli, mangiando e bevendo birra e non utilizzando né avendo con sé le mascherine di protezione”.

Così dalla Questura di Fermo in una nota stampa diffusa il 18 dicembre: “L’equipaggio della Polizia di Stato, giunto sul posto ha richiesto loro i documenti di identità ma, essendone sprovvisti, sono stati fatti scendere dall’autobus che ha potuto proseguire il suo servizio. Uno dei due giovani si è mostrato particolarmente insofferente al controllo e, brandendo una bottiglia di birra che teneva in mano, ha cercato di tenere lontano gli operatori che solo dopo una lunga discussione sono riusciti a fargliela deporre”.

“I due stranieri sono stati accompagnati in Questura e dopo essere stati fotosegnalati dalla Polizia Scientifica, uno di loro è risultato clandestino sul territorio nazionale e nei suoi confronti l’Ufficio Immigrazione provvederà all’emissione dei provvedimenti espulsivi mentre l’altro, che aveva posto resistenza nelle precedenti fasi della sua identificazione, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di resistenza a pubblico ufficiale” concludono dalla Questura fermana.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.