Andrea Traini non deve dimettersi. Deve parlare, se vuole bene a San Benedetto

Avrebbe l’occasione per far entrare una impetuosa corrente di verità in Viale De Gasperi 124 e, chissà, cambiare le sorti della città negli anni a venire. Se è ancora quel bravo ragazzo