SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Harry Shindler, il 99enne veterano inglese da anni residente a San Benedetto, oltre che per la sua attività di storico che lo ha portato a scoprire il luogo della morte del padre del famoso polistrumentista britannico Roger Waters, è anche famoso  per la lunga lotta che l’inglese ha portato avanti per abolire la 15 years rule, la legge che toglie il diritto di voto agli inglesi (i cosiddetti Expats) che si sono stabiliti all’estero da più di 15 anni, una lotta che Shindler ha portato anche davanti alle corti europee e all’Onu.

Boris Johnson, primo ministro inglese, gli ha recentemente scritto informandolo che il Governo sottoporrà al Parlamento una legge che col fine di ridare il diritto di voto a oltre 1 milione di Expats come Harry. Ma qui arriva un aspetto curioso e a tratti uomoristico, in pieno stile inglese: il gruppo parlamentare del  Partito Laburista, infatti, sarebbe contrario al passaggio della legge. Ecco che qui arriva allora l’appello di Shindler che, udite udite l’aspetto più ironico, è il più anziano tesserato Laburista d’Inghilterra, essendo iscritto al partito dal 1936.

“Non bloccate la legge e ridateci il diritto di voto” è l’appello che è rimasto da fare ai “suoi” a Harry Shindler, il più anziano Laburista vivente.

 

QUI SOTTO IL DOCUMENTARIO DI RIVIERAOGGI SULLA VITA DI SHINDLER

Harry Shindler – Il Cacciatore di Ricordi


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.