SAN BENEDETTO – Umberto Pasquali, rappresentante del Partito Socialista sambenedettese non ha preso bene le dichiarazioni della segreteria provinciale del Psi che lo ha definito autoreferenziale, cioè che si riferisce solo a sé stesso, ignorando il resto. Ha quindi inteso di dare una risposta pubblica alla pari di chi lo ha accusato

“Non rientrando nel mio carattere fare polemiche, non porterei mai una discussione interna al partito sulla stampa. Per questo motivo ho convocato per il fine settimana una riunione di tutti gli iscritti del PSI. Il segretario di federazione, prima di parlare a nome della stessa  (Leggi qui), dovrebbe riunire gli iscritti per sapere ciò che pensano altrimenti sono solo parole vuote di qualsiasi significato. Ho le prove che non è stato convocato nessuno e quindi che ha parlato a nome suo e basta”.
Aggiunge: “Al contrario io ho indetto una riunione tra rappresentanti del PSI per sabato 19 ore 11 presso Spazio 18, in via Campania 18. Ordine del giorno: tesseramento, situazione politica locale, varie ed eventuali. Si raccomanda partecipazione e puntualità”

Conferma comunque le sue indicazioni che prima si dovrebbe trovare un accordo sul potenziale candidato sindaco (il Psi punterebbe su Gino Troli Ndd) poi sui problemi da affrontare e i relativi programmi.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.