FERMO – Sono proseguiti anche nel fine settimana appena trascorso i mirati servizi interforze finalizzati alla verifica del rispetto delle disposizioni emanate per la tutela della salute dei cittadini.

Con particolare riguardo al divieto di assembramento, all’uso dei dispositivi di protezione individuale ma anche attività di prevenzione e sicurezza per garantire la serenità della popolazione residente non solo nelle aree costiere del Fermano.

In sinergia operativa le Forze di Polizia fermane, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e Polizie Locale hanno pattugliato il territorio coordinandosi per ottenere i migliori risultati.

Dalla Questura, in una nota stampa diffusa il 14 dicembre, affermano: “Numerosi sono stati i posti di controllo effettuati e le verifiche nei luoghi di aggregazione spontanea agevolate dalle miti temperature di questa metà dicembre. Dagli equipaggi impiegati nei soli servizi straordinari del fine settimana disposti dal Questore di Fermo sono state circa 500 le persone identificate, 150 i veicoli verificati, 50 gli esercizi pubblici controllati in merito al rispetto degli orari di apertura, alle attività svolte e per il contrasto agli assembramenti ed alcune decine le autodichiarazioni ritirate”.

“Poche le sanzioni per il mancato rispetto della normativa anti-Covid, ulteriore segnale di senso di responsabilità dei cittadini fermani – aggiungono dalla Questura – Presso un esercizio pubblico di Porto Sant’Elpidio, una pattuglia della Polizia di Stato ha sanzionato cinque giovani che, malgrado fossero stati già invitati in precedenza a mantenere la distanza interpersonale di sicurezza, hanno proseguito nel loro comportamento irrispettoso della normativa a tutela della salute collettiva”.

Dalla Questura concludono: “Ieri sera un giovane che alla vista della Volante aveva tentato di sottrarsi all’identificazione, è stato inseguito e fermato. Dopo il controllo è risultato che la sua fuga era stata determinata dall’assenza delle cause di giustificazione previste dal Dpcm del 3 dicembre per gli spostamenti durante il coprifuoco. Per tale motivo è stato sanzionato”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.