NOTARESCO – “Si muoveva con cautela e con circospezione. Forse anche troppo per i Carabinieri di Notaresco, che così hanno deciso di seguirne ogni movimento, di giorno e di notte. Continui pedinamenti senza che il pusher si rendesse conto di nulla. I militari si sono subito resi conto dell’impressionante numero di tossicodipendenti che l’uomo aveva come clienti. Così è stato arrestato per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti un quarantanovenne di Alba Adriatica già noto alle Forze dell’Ordine”.

Così, in una nota diffusa il 12 dicembre, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Teramo: “I militari hanno scoperto anche il suo modo di agire. A casa solo poca roba, circa 120 grammi tra hashish e marijuana, giusto il quantitativo per soddisfare le richieste giornaliere dei suoi clienti, ma è nelle campagne tra Civitella del Tronto ed Alba Adriatica che l’uomo celava il suo tesoretto, complessivamente ben tre chili di marijuana”.

“Infatti i Carabinieri di Notaresco, con tanta pazienza, sagacia e determinazione sono riusciti a scovare almeno tre nascondigli dove il pusher aveva occultato, sotto terra ed in posti diversi, tre sacchi da un chilo ciascuno di erba, per un valore complessivo di circa 30 mila euro sul mercato dello spaccio di stupefacenti” affermano dall’Arma abruzzese.

Dal Comando concludono: “Dopo le formalità di rito in caserma, l’uomo è stato condotto presso la sua abitazione, dove vi rimarrà agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. Gli stupefacenti ed il materiale per la pesatura e il confezionamento delle dosi sono stati sequestrati”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.