SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ultima conferenza stampa quella indetta lunedì 7 dicembre dal gruppo Fai e dal Fai giovani di San Benedetto del Tronto per rinnovare l’appello alla cittadinanza, e non solo, a votare I Luoghi del Cuore, censimento biennale alla sua decima edizione che serve a puntare l’attenzione su tutti i beni italiani da non dimenticare. San Benedetto, in questo decimo censimento, può vantare due fiori all’occhiello: villa e parco Cerboni Rambelli e la Torre del Porto alla Sentina.

Ha esordito la capogruppo Fai, Lilli Gabrielli: “Rinnovano l’appello a votare i beni di San Benedetto del Tronto entro il 15 dicembre, data in cui si chiuderà il censimento. Villa e parco Cerboni Rambelli hanno già raggiunto la ventunesima posizione nazionale e la prima delle Marche tra migliaia di beni votati, avendo già ottenuto 8370 voti; la Torre sul Porto della Sentina ne ha raccolti quasi duemila. Tutti i beni che riceveranno almeno duemila voti entreranno nella classifica nazionale che sarà stilata a febbraio e solo così potremo presentare il nostro progetto di recupero.”.

Ha poi chiarito: “Si tratta di un progetto ambizioso che mira a fare rispettare la volontà del dottor Rambelli che, cedendo la villa e il parco al comune, voleva che diventassero museo permanente e sede di associazioni culturali e di conferenze. Aiutateci a spronare le persone a votare per questi beni, non possiamo ignorare tutti i voti già raccolti”.

Sinceri e sentiti, poi, i ringraziamenti all’amministrazione comunale, all’associazione Antropos, che ha ricevuto il bene in gestione, al gruppo pittori Arte per la vita, a tutte le associazioni sociali e culturali di San Benedetto, ai comitati di quartiere e, in particolare, al Comitato degli amici di villa Cerboni Rambelli nella persona del presidente Pietro Anelli, anche lui presente alla conferenza stampa.

“Vorrei ricordare anche i tantissimi turisti che, oltre alla popolazione locale, hanno visitato il parco durante le giornate d’autunno del Fai in cui il parco è stato aperto alle visite” ha aggiunto Anelli. E la capogruppo Fai non esclude che dopo la primavera, magari nel mese di maggio, il parco della villa possa di nuovo essere aperto per qualche giorno ai visitatori che ancora non hanno avuto modo di vederlo, dato il successo riscosso dall’esperienza autunnale.

È intervenuto, inoltre, Ilario Di Luca, capogruppo Fai giovani, che ha invitato a votare anche per la Torre del Porto sulla Sentina: “Come Fai giovani stiamo portando avanti un’azione di sensibilizzazione e di consapevolezza storica del territorio. La torre della Sentina risale al 1453 ed è sicuramente un bene storico. Al momento è sulla soglia dei 2000 voti, ciò significa che stiamo lavorando bene e che la gente ha a cuore la cultura”.

Parole di encomio da parte del sindaco, Pasqualino Piunti, per il lavoro svolto: “Il Fai sta facendo un lavoro eccezionale di puro volontariato, mosso dall’amore e dall’interesse per questa città. Oggi più che mai abbiamo bisogno di persone che sentono certe realtà come le proprie perché purtroppo non sempre le amministrazioni comunali riescono ad arrivare dappertutto. Vi siamo vicini”.

Si è aggiunta a quella del sindaco anche la voce dell’assessore alla cultura, Annalisa Ruggeri, che ha dichiarato: “Al di là del risultato che otterremo, mi sento di dire che il Fai è riuscito ad accendere i riflettori su luoghi della nostra città che hanno bisogno di attenzione e di cura”.

Ricordiamo che si può votare raccogliendo firme sul cartaceo oppure attraverso il sito del Fai.

Qui per votare la Torre del Porto https://www.fondoambiente.it/luoghi/torre-sul-porto-sentina

Qui per votare Villa e Parco Rambelli https://www.fondoambiente.it/luoghi/villa-e-parco-cerboni-rambelli?ldc


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.