ALBA ADRIATICA – “I Carabinieri del Norm della Compagnia Vibratiana nel corso dell’ispezione all’interno della stazione ferroviaria hanno rintracciato un 37enne di San Benedetto del Tronto, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuto all’assunzione di sostanze stupefacenti”.

Così, un una nota diffusa il 7 dicembre, la Compagnia di Alba Adriatica: “Ai militari, l’uomo ha esibito un’autodichiarazione con la quale attestava di essersi recato per una visita psicologica da una dottoressa di Alba Adriatica dove si trova in cura. Gli accertamenti condotti dai militari dell’Arma hanno consentito di appurare che la dottoressa indicata ha lo studio a Giulianova ed il soggetto non è suo cliente, pertanto è scatta la denuncia a piede libero ed ora dovrà rispondere innanzi al Tribunale di Teramo per falsa attestazione o dichiarazione rese a pubblico ufficiale, oltre alla sanzione di 400 euro per violazione delle norme anti-Covid, in quanto recidivo”.

“Nella circostanza sono state elevate complessivamente 5 contravvenzioni per violazioni alle norme anti-Covid delle quali 3 perché trovati fuori dalle abitazioni oltre le 22” concludono dall’Arma abruzzese.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.