FERMO – Continuano i controlli di sicurezza della Polizia di Stato, finalizzati al contrasto dei reati ed alla verifica del rispetto delle disposizioni emanate a tutela della salute di tutti i cittadini ribadite nel Dpcm firmato nella sera di ieri, 3 dicembre.

Accertamenti a tutto campo ed in forza condotti dalle Volanti, Squadra Mobile, Scientifica e Polizia Amministrativa con l’ausilio dell’unità cinofila della Guardia di Finanza.

Posti di controllo e controlli dinamici su persone, veicoli, luoghi di aggregazione ed esercizi pubblici.

Nel Fermano, e a Porto San Giorgio, 70 le persone identificate, 40 i veicoli verificati ed altrettante le autodichiarazioni ritirate sulle quali sono in corso i controlli di rito.

Dalla Questura, tramite nota stampa diffusa il 4 dicembre, aggiungono: “Ma soprattutto sono stati presidiati alcune zone cittadine oggetto di segnalazioni da parte dei cittadini per episodi di micro criminalità e spaccio di sostanze stupefacenti e per la presenza di soggetti che recano disturbo alla quiete dei residenti. Verifiche quindi in Piazza Mentana, Piazza Gaslini, Piazza Torino senza tralasciare la Stazione Ferroviaria e le zone adiacenti”.

“Anche nel corso di questi servizi mirati servizi di prevenzione sono state elevate sanzioni amministrative per il mancato rispetto della normativa connessa alla situazione epidemiologica – dichiarano dalla Questura – Le dieci sanzioni elevate sono state principalmente determinate dal mancato possesso della mascherina di protezione in luogo pubblico o del mancato utilizzo dei dispositivi di protezione. Nell’ambito dei controlli agli esercizi pubblici di somministrazione, il titolare di un bar è stato sanzionato dai poliziotti della Divisione Amministrativa per non aver rispettato la sospensione dell’attività ribadita dal Dpcm di ieri e rispettata da tutti gli altri esercenti, consentendo l’accesso di un cliente che aveva appena terminato una consumazione seduto all’interno mentre quest’ultimo è stato sanzionato per il mancato utilizzo della mascherina di protezione”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.