SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Solo 9 mila euro a fronte di 635 mila stanziati dalla Regione Marche per il “Fondo Inquilini Morosi Incolpevoli”: Rifondazione Comunista San Benedetto accusa l’amministrazione Piunti circa un “ennesimo immobilismo”.
“Un’occasione da non lasciarsi sfuggire, anche in virtù delle difficoltà che aveva riscontrato questa stessa Amministrazione, durante la prima ondata pandemica, nel dare un sostegno economico alle famiglie che ne avevano bisogno – scrive il circolo sambenedettese – Eppure siamo qui a commentare un dato preoccupante: il Comune di San Benedetto ha chiesto e ottenuto solamente 9 mila euro. Ben 14 comuni delle Marche hanno richiesto un contributo maggiore, nonostante la nostra città debba fare i conti da anni con un’emergenza abitativa, il più delle volte totalmente ignorata. Il Comune di San Benedetto si è realmente impegnato nel trovare risorse o crede che le priorità siano altre? D’altronde la politica abitativa dell’amministrazione Piunti è chiara: se i cittadini hanno difficoltà con l’affitto, si costruiscano nuovi appartamenti”.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.