SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Ancora nessuna notizia sul versante tamponi in Picenambiente, abbandono totale dei dipendenti”: così i consiglieri comunali sambenedettesi del gruppo misto Marco Curzi e Rosaria Falco commentano la situazione dei lavoratori della partecipata comunale.

La situazione deriva dai lavori di rifacimento degli spogliatoi, al momento non accessibili, così come i bagni. Per i lavoratori è stato messo a disposizione un solo bagno, nei pressi dell’officina. Mentre devono tornare a casa senza possibilità di cambiarsi, quindi con le tute da lavoro.

“Sono ancora in corso i lavori di ripavimentazione degli spogliatoi, e gli operatori continuano a dover tornare a casa con la tuta da lavoro, con tutti i rischi connessi. Ad aggravare il tutto, mentre durante il rifacimento del piano destinato agli uffici la dirigenza ha fatto portare tre bagni chimici per 15 persone, per i circa 100 dipendenti privati dei servizi igienici nessuno ha previsto la stessa misura – affermano – Assoluto spregio di ogni rispetto e della dignità dei dipendenti”.

E ce n’è anche per il sindaco Piunti: “Come per molte altre questioni, è come al solito sordo, cieco e intollerabilmente muto. Ce ne ricorderemo”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.