SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Recupero infrasettimanale per la Sambenedettese. Domani pomeriggio alle 15, presso lo Stadio Città di Arezzo, la formazione di Mister Zironelli scenderà in campo contro i locali amaranto.

Match complicato, in quanto la classifica dell’Arezzo, reduce nell’ultimo turno dalla vittoria esterna sul campo dell’Imolese, non rispecchia le potenzialità della squadra. Attualmente i granata sono penultimi in classifica con tre gare da recuperare, ma con l’avvento del nuovo direttore sportivo Di Bari la società ha operato un vero e proprio secondo mercato, portando tra le sue fila giocatori di rilievo per la categoria.

Ne è consapevole Zironelli: “Praticamente hanno fatto due campagne acquisti, hanno 40 giocatori ed hanno sicuramente alzato il tasso tecnico. Ma aldilà dell’avversario noi dobbiamo guardare in casa nostra, soprattutto dopo la prestazione di domenica. Vogliamo riaccendere l’entusiasmo, vogliamo svoltare e provare a prendere i tre punti.”

“Domenica ho visto veramente un cambio di ritmo, abbiamo aumentato la velocità ed i ragazzi sembrano aver capito quanto sia importante giocare in questo modo. Ci è mancata un po’ di precisione ma prendiamo il buono che c’è stato, le tante occasioni create mi fanno ben sperare. Volevamo vincere e non ci siamo riusciti per poco. Si vede che quello che abbiamo fatto non era sufficiente. La fortuna va anche cercata, con la caparbietà e la voglia di fare. Ci manca quel pizzico di garra in più, ma la strada è giusta”.

In queste settimane abbiamo visto alternarsi diversi moduli in campo, quale può essere la disposizione tattica ideale per questa Samb?

“L‘equilibrio è fondamentale, non tanto il modulo o l’avversario. Dobbiamo cercare di ripetere la prestazione di domenica sul piano della velocità di gioco e dell’intraprendenza, cercando di migliorare ancora se possibile. Ciò che conta è la fame agonistica e di risultato. E l’atteggiamento di domenica è stato ottimo”.

Focus su Eklu, messosi in luce più volte in questa stagione.

“E’ un ragazzo duttile, col Ravenna ho provato a farlo partire più alto ma è un esperimento che difficilmente ripeterò. E’ molto più pericoloso quando da mezz’ala si butta dentro a fari spenti arrivando da dietro, come abbiamo visto nelle altre partite”.

Un Botta troppo individualista?

“E’ generoso, viene dietro a farsi dare la palla, forse deve essere un po’ più paziente e restare più avanti per non farci perdere qualità nella zona più pericolosa. Comunque, ha aperto il gioco, ha fatto l’assist per Masini, ha servito in profondità molti suoi compagni. E’ un giocatore importante. Piano piano anche io li sto conoscendo meglio. Concentriamoci sulle cose positive che abbiamo visto domenica.”

Qualche cambio in formazione per domani?

“Sicuramente inserirò qualcuno più fresco per far rifiatare chi ha speso tanto tipo Maxi Lopez. E’ stato fermo più di 20 giorni, non partirà dall’inizio, sarà utile a gara in corso. Probabilmente riposerà anche Di Pasquale, al suo posto Enrici. Devo gestire le energie, cercando di evitare infortuni, in modo da poter lavorare con tutta la rosa e portare tutti allo stesso livello fisico-atletico prima della pausa natalizia.”

Per quanto riguarda le indisponibilità stesse defezioni dell’ultima partita: “Gli unici indisponibili sono sempre Scrugli, Goicoechea e Bacio Terracino.”

 

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.