Il calendario è un oggetto di indubbia utilità, ma può essere anche bello da vedere. Sia a casa che in ufficio, poter individuare il giorno del mese o della settimana godendo anche della vista di una foto dei propri affetti o di un bel paesaggio non può che essere piacevole. Il calendario diventa così un elemento di rendere l’ambiente più confortevole, andandosi ad accordare con i gusti peculiari di chi lo acquista.

Creare un calendario personalizzato non è difficile, basta affidarsi a professionisti del settore che, oggigiorno soprattutto online, mettono a disposizione numerose opzioni tra cui scegliere.

La principale peculiarità di questi calendari è che si compongono praticamente in autonomia, grazie a procedure guidate che risultano estremamente fruibili anche dagli utenti meno esperti.

Una volta creato l’oggetto ideale, sarà necessario solo provvedere al pagamento e concordare la consegna a casa o in un punto di ritiro: spesso è presente anche un supporto clienti dedicato per ogni necessità.

Quale modello di calendario scegliere per la stampa?

Nel momento in cui si decide di optare per la stampa di un calendario e arricchirlo con delle foto, bisogna innanzitutto stabilire il formato.

Su un modello mensile da muro le foto potranno essere più grandi e visibili, mentre una soluzione da scrivania richiede formati diversi oppure adeguatamente ridimensionati.

È possibile anche optare per proposte quadrimestrali o annuali, dove invece l’immagine è preponderante rispetto ai giorni del mese: si rivelano perfetti soprattutto qualora si voglia optare per paesaggi urbani e naturali mozzafiato con cui personalizzare il fotocalendario.

Sicuramente, quindi, la collocazione del calendario e la frequenza di utilizzo diventano elementi fondamentali per la scelta.

Perché creare un fotocalendario personalizzato

Come già accennato, un fotocalendario personalizzato è un oggetto unico che risulta gradevole a chi lo guarda: per questo motivo, può essere un’idea regalo davvero originale, oltre che utile.

Rappresenta un dono gradito a familiari e amici ai quali si vogliano ricordare eventi o volti cari o essere un optional irrinunciabile sulla scrivania del proprio ufficio.

Alcune aziende utilizzano questo strumento persino per pubblicizzare i propri prodotti, offrendolo a clientela e dipendenti al fine di diffondere il marchio in maniera semplice e immediata.

Dalle foto alla carta: quali scegliere per un risultato perfetto

Così come le foto incorniciate o digitali sono spesso organizzate per raccontare una storia, lo stesso può accadere con un calendario: è possibile inserire le immagini dei figli, di un evento come un matrimonio o di luoghi di vacanza indimenticabili.

A seconda delle dimensioni del calendario, la foto dovrà presentare una risoluzione adeguata: entrano così in gioco parametri che dovranno essere chiaramente esplicitati da chi si occupa di offrirne la realizzazione.

Una foto è più nitida quanti più pixel formano l’immagine e ciò dipende dalla qualità dell’apparecchio con la quale è stata scattata. Il risultato finale dipenderà molto da questo: una bassa risoluzione può portare alla realizzazione di un calendario piccolo, mentre definizioni più alte si prestano senza problemi anche a quelli da parete.

Un’altra variante riguarda la collocazione stessa della foto sulla superficie del calendario: può essere una sola e coprire l’intera facciata designata oppure essere un collage di più immagini. In ogni caso, potrà essere centrata, posta da un lato o circondata da un disegno o una cornice.

La carta di base di un calendario è sempre leggermente satinata, ovvero lucida. Ma è possibile anche avere stampe su carta fotografica opaca, carta al naturale o persino telata, per avere un effetto simile a quello di una tela per dipingere.

Ovviamente, dipende molto dall’impatto visivo finale che si vuole ottenere, per questo è importante avere dei modelli da visionare come esempio per scegliere quello più adeguato alle proprie necessità e preferenze.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.