SAN BENEDETTO – È in edicola la 1226a edizione di Riviera Oggi al 28° anno di attività. Questo numero lo abbia dedicato interamente, con l’eccezione di una pagina riservata alle vicende della Sambenedettese Calcio, come illustrato nella foto

1226 bis.pag. 10 1226 bis.pag. 10

Ben nove pagine hanno riguardato l’annosa storia che stanno vivendo le strutture ospedaliere “Madonna del Soccorso” di San Benedetto e “Mazzoni” di Ascoli Piceno. Dopo che la Regione Marche ha abbandonato l’idea di un unico ospedale di Primo Livello a metà strada tra le due località più importanti della provincia, adesso tutto poggia sopra le loro ‘spalle’ con uno sbilanciamento però tutto a favore del nosocomio ascolano. Personalmente ho ritenuto sempre un grave errore interrompere la procedura di un Ospedale di Vallata moderno e attrezzato da sempre auspicato (vedi pagina 9 del settimanale) dal personale sanitario sambenedettese in particolare.

Per avallare o no il mio parere vi consiglio di leggerlo attentamente dall’inizio alla fine. Il titolo stesso è emblematico “Madonna del Scoccorso” ospedale di BASE… se va BENE. Una specie di ancora di salvezza dopo che la richiesta ufficiale del sindaco Pasqualino Piunti e di altri politici sambenedettesi, rivolta all’ex governatore Luca Ceriscioli, è finita nel cestino della subentrata giunta Acquaroli. Cosa c’era scritto nelle lettera regolarmente protocollata? Lo dico con parole mie che rispecchiano fedelmente quanto scrissero: “Io Pasqualino Piunti, sindaco di San Benedetto del Tronto, chiedo ufficialmente che si costruisca un Ospedale di Primo Livello vicinissimo alla costa picena e che il “Mazzoni” di Ascoli diventi ospedale di base“.

Sta accadendo l’esatto contrario (appunto se un ospedale di base oltre ad uno di primo Livello è possibile) ma nella sede di viale De Gasperi è piombato un SILENZIO mortale e imbarazzante. Una grave sconfitta della politica sambenedettese che, se avesse un minimo di contegno, non dovrebbe più far apparire i propri nomi nelle liste elettorali. Non succederà e la città di San Benedetto del Tronto continuerà a navigare a vista fino a toccare il fondo del pozzo che è vicinissimo.

A meno che il popolo sambenedettese non decida di svegliarsi una volta per sempre.

LEGGETE, LEGGETE e fateci sapere. Diversi articoli tra quelli pubblicati sono già apparsi nel tempo su Rivieraoggi on line, averli tutti insieme su carta faciliterà sicuramente la comprensione di un fatto negativo che passerà alla storia.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.