SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’associazione americana degli ingegneri meccanici (American Society of Mechanical Engineers , “A.S.M.E.”) ha insignito il Professor Marco Amabili della prestigiosa “Worcester Reed Warner Medal”, il più alto riconoscimento assegnato ogni anno ad un uno studioso distintosi per l’eccezionale e permanente contributo alla letteratura scientifica nel campo dell’ingegneria (https://www.asme.org/about-asme/honors-awards/literature-awards/worcester-reed-warner-medal). Nell’albo d’oro del premio, istituito nel 1930, figurano illustri scienziati di fama internazionale. Marco Amabili è il primo italiano ad ottenerlo.

L’ A.S.M.E., fondata nel 1880, è la più importante associazione nel settore dell’ingegneria meccanica, conta oltre 130.000 membri in tutto il mondo, fissa regole e standard a livello globale, promuove pubblicazioni tecnico-scientifiche, conferenze e simposi.

Marco Amabili, cattedratico dell’Università McGill di Montreal, è sambenedettese di nascita e di formazione (è un ex allievo del Liceo Scientifico B. Rosetti) ed è considerato uno dei massimi esperti a livello mondiale nello studio delle vibrazioni, settore al quale ha apportato contributi scientifici innovativi, tradottisi in importanti applicazioni nell’ingegneria aerospaziale, aeronautica e biomedica ( https://en.wikipedia.org/wiki/Marco_Amabili). L’attività di ricerca scientifica portata avanti per oltre un quarto di secolo gli ha valso prestigiosi riconoscimenti internazionali, tra cui l’elezione a membro della “Accademia europea delle Scienze e delle Arti”, con sede a Salisburgo e costituita da 1900 scienziati ed artisti, tra cui oltre 30 premi Nobel, nonché a membro della “Academia Europaea” di Londra, che comprende 2000 personalità di spicco nella scienza e nelle arti, tra cui 40 premi Nobel.

La monografia “Nonlinear Vibrations and Stability of Shells and Plates”, edita da Cambridge University Press, è stata ritenuta dall’A.S.M.E. un punto di riferimento essenziale per gli studi in tale settore e ha valso a Marco Amabili il nuovo prestigioso riconoscimento.

La pandemia ha impedito al Professor Amabili di ritirare di persona il premio conferitogli dall’ASME nella pubblica cerimonia che si sarebbe dovuta tenere il 19 novembre a Portland in Oregon. Nulla, tuttavia, ha potuto fermare l’attività di ricerca scientifica che Marco Amabili continua regolarmente a svolgere con il suo team di collaboratori e colleghi dell’università McGill.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.