CUPRA MARITTIMA – Singolare vicenda accaduta nel fine settimana da poco passata sulla costa Picena.

A Cupra Marittima la Polizia Municipale era impegnata con i controlli sulle norme anti-Coronavirus.

Fermati e identificati diversi automobilisti e anche ciclisti.

Due di loro, provenienti da Grottammare, sono stati fermati al confine sulla Statale 16 e allontanati poiché non avevano con sé autocertificazione valida per giustificare lo spostamento.

Un terzo ciclista è stato multato dagli agenti. Un uomo aveva prima dichiarato di essere residente a Cupra in via Torquato Tasso ma questo indirizzo non esiste nella località cuprense.

Poi ha dichiarato ai Vigili Urbani di vivere a San Benedetto in piazza Arringo: ovviamente non era vero poiché, come ben noto, piazza Arringo si trova ad Ascoli.

Alla fine il ciclista ha ammesso di essere residente nel Teramano ed è stata accertata la violazione di più norme anti-Covid (spostamento non consentito e perdipiù da zona Rossa). Sanzione da 280 euro elevata dalla Polizia Locale.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.