SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è spento quest’oggi 22 novembre Gioacchino Fiscaletti. Classe 1929, aveva 91 anni. Molto noto a San Benedetto per il suo amore verso la città e le sue tradizioni, “voce” indimenticabile negli anni ’80 di Radio Ponte Marconi, con la quale teneva un filo diretto con moltissimi cittadini. Indimenticabile l’accoppiata assieme al poeta sambenedettese Giovanni Quondamatteo.

Fiscaletti, ex vigile urbano, era soprannominato Fernandel, per la somiglianza con l’attore francese che interpretò Don Camillo nei film tratti dai libri di Giovannino Guareschi.

Al caro Gioacchino ci legano tanti ricordi piacevoli, a noi come tutti i sambenedettesi. Ci stringiamo nel cordoglio alla famiglia.

I funerali avranno luogo il 23 novembre, alle 10, 30, presso la chiesa San Filippo Neri.

Qui il necrologio: https://www.rivieraoggi.it/necrologi/gioacchino-fiscaletti/

IL RICORDO DEL SINDACO PIUNTI

Con la scomparsa di Gioacchino Fiscaletti la città perde un acuto osservatore delle vicende cittadine. Memoria storica di San Benedetto anche per il suo passato di dipendente comunale sempre a stretto contatto con le persone, cultore della storia cittadina, incarnava la sambenedettesità fatta di amore profondo per la città e le sue tradizioni da cui traeva ispirazione per suggerire miglioramenti. Fino a quando ha potuto, ha offerto il suo contributo anche con pungente ironia ma sempre con un garbo e un rispetto che oggi sembrano merce sempre più rara.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.