GROTTAMMARE – L’Amministrazione Comunale di Grottammare ha confermato il sostegno alle associazioni di volontariato sociale che operano nel territorio cittadino. Nei giorni scorsi, la Giunta ha deliberato una serie di contributi per l’anno 2020, finalizzata a promuovere l’educazione alla solidarietà, alla cura delle persone con disabilità e al sostegno di famiglie in difficoltà, per un totale di quasi 3 mila euro di fondi di bilancio.  

Attività e progetti  che fanno parte della cultura del volontariato sociale locale e che si svolgono spesso in sordina, ma che l’emergenza sanitaria ha contribuito a mettere in luce. 

L’associazionismo che opera a Grottammare, infatti, negli ultimi mesi caratterizzati dalla pandemia ha moltiplicato il proprio sforzo, diventando un punto di riferimento per alcune situazioni o circostanze con aiuti concreti a realtà in difficoltà. 

I fondi sono così ripartiti: associazione I care 1000 euro, associazione di promozione sociale Praesentia 400 euro, Unione italiana ciechi Ascoli Piceno 1000 euro, Associazione Volontari Italiani Sangue-Avis Grottammare 400 euro.

“Le associazioni di volontariato presenti sul nostro territorio – dichiara l’ assessore all’Inclusività sociale Monica Pomili – rappresentano una risorsa importante a cui va un enorme grazie, a nome mio e dell’intera Amministrazione. Svolgono, infatti, un lavoro silenzioso ma evidente a tutti, oltre ad essere molto prezioso. Sono inoltre spesso il cuore pulsante di attività cittadine, l’ennesima prova che la partecipazione attiva alla vita sociale sollecita buone pratiche di cooperazione e di corresponsabilità”. 

Con il progetto “Cacciatori di briciole”, da 5 anni l’associazione I care combatte lo spreco alimentare, raccogliendo il cibo buono in eccedenza nei negozi per donarlo alle famiglie bisognose del territorio, un centinaio. Durante il lockdown, in particolare, i volontari hanno collaborato con i Servizi sociali comunali al progetto “La spesa sospesa”, garantendo generi di prima necessità a famiglie in difficoltà (circa 50), lavorando in sinergia anche con le parrocchie di Grottammare.

L’associazione Praesentia, per il quarto anno consecutivo, è alla guida di un progetto di screening per l’individuazione precoce di bambini che potrebbero incontrare difficoltà scolastiche nel loro percorso di crescita e dunque facilitarli verso l’autonomia; il progetto si realizza in tutte le prime classi dell’Isc Leopardi.

La tradizionale collaborazione con l’Unione italiana ciechi di Ascoli Piceno garantisce servizi di varia natura a persone con disabilità visiva residenti nel territorio comunale, senza dimenticare la passeggiata in tandem Ascoli Piceno-Grottammare, che da 23 anni promuove lo sport tra ragazzi ipo e non vedenti e vede protagonista la Città di Grottammare nell’organizzazione e nella tappa finale.  

L’Avis, presente localmente dal 2014, è una realtà importante che diffonde i valori della solidarietà, del dono e di stili di vita sani, corretti e consapevoli attraverso incontri, manifestazioni che abbracciano ogni fascia di età. Tra questi, la collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Fazzini-Mercatini per l’anno scolastico 2020/2021.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.