TERAMO – Norme anti-Coronavirus, nuove misure dai nostri “vicini”.

In Abruzzo, dal 18 novembre, sarà zona “Rossa” fino al 3 dicembre.

Il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha diffuso una lista dei negozi che resteranno comunque aperti. Chiusi, invece, ristoranti e bar (apertura solo per asporto e consegne a domicilio). Anche le scuole, ad eccezione delle Superiori, delle Università e della terza e seconda media, resteranno aperte.

Marsilio aggiunge: “Le attività commerciali chiuse da domani riceveranno i ‘ristori’ previsti dalla legge, senza alcuna differenza di trattamento, non appena il Ministro Roberto Speranza firmerà la propria ordinanza.  Oggi la Conferenza delle Regioni ha accolto e fatto propria la mia sollecitazione a richiedere nuovamente al Governo di estendere il diritto ai ‘ristori’ anche alle attività colpite da restrizioni adottate in virtù di Ordinanze regionali. Le attività commerciali che da domani dovranno chiudere dovranno semplicemente attendere che venerdì (o al più tardi sabato) il Ministro Speranza ratifichi con propria Ordinanza la classificazione come ‘zona rossa’, e automaticamente rientreranno nel novero delle attività aventi diritto al ristoro. Peraltro, trattandosi di ristoro ‘forfettario’, la diversa decorrenza del provvedimento non modifica in nulla l’entità dello stesso”.

La lista


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.