FERMO – “Un altro colpo della Questura nei confronti dello straniero ormai chiamato da tutti ‘Il ripescato’, delinquente che con i suoi reati predatori ha colpito nei mesi scorsi e quasi quotidianamente, diversi chalet, esercizi commerciali del litorale fermano ed autovetture in sosta e che gli operatori dell’Ufficio Immigrazione avevano tentato di accompagnare presso un Cpr dal quale sarebbe stato riportato nel suo Paese di origine”.

La Questura di Fermo, afferma in una nota stampa il 12 novembre:Il clandestino, attualmente rinchiuso nel carcere di Fermo in quanto sottoposto ad una misura cautelare eseguita dall’Arma dei Carabinieri, è stato denunciato nella giornata di ieri dalla Polizia di Stato per uno dei tanti furti commessi. In particolare, nella metà di ottobre, il titolare di uno chalet di Porto Sant’Elpidio ha ricevuto il messaggio dell’allarme anti-intrusione proveniente dalla sua struttura del litorale presso la quale si era recato immediatamente dopo aver segnalato il fatto al numero di emergenza della Polizia”.

“Unitamente agli operatori della Volante, ha riscontrato che qualcuno aveva aperto la tenda del gazebo e tentato di forzare una porta finestra che era stata danneggiata – aggiungono dalla Questura fermana – Probabilmente a seguito dell’attivazione dell’allarme il delinquente aveva desistito e, purtroppo, le immagini dell’impianto di videosorveglianza non hanno consentito una precisa identificazione del ladro, rendendone solo parte dei tratti somatici e dell’abbigliamento”.

Dalla Questura concludono: “Gli accertamenti di polizia giudiziaria svolti dal personale della Volante, attraverso controlli incrociati sulle modalità di azione del delinquente seriale che si ipotizzava avesse commesso anche questo tentativo di furto e sull’abbigliamento indossato in occasione di altre sue azioni criminose per le quali era stato compiutamente identificato quale responsabile hanno portato i poliziotti a stringere il cerchio intorno al ripescato. La conferma è giunta dalla Polizia Scientifica che ha ricondotto, con definitiva certezza, le tracce lasciate sul luogo dal ladro allo straniero clandestino. Ieri, quindi, il delinquente seriale è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per questo suo ennesimo colpo”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.