CUPRA MARITTIMA – Un riconoscimento ambito, quello del Marchio Di Qualità, assegnato allo scrittore cuprense Antonio De Signoribus nell’ambito dell’edizione 2020 del Premio di Microeditoria Italiana.

“Siamo orgogliosi e felici di aver ottenuto questa importante attestazione del nostro lavoro – dichiara Carlo Pagliacci di Zefiro Edizioni. Per una piccola casa editrice come Zefiro è davvero un ottimo viatico per continuare ad affrontare un periodo oltremodo difficile per tutti noi del settore”.

Nata nel 2002 dalla sua scintilla creativa, la casa editrice fermana è un progetto di comunicazione a tutto tondo dove la scrittura, soprattutto, è punto di riferimento. Zefiro ha all’attivo diverse pubblicazioni declinate su varie collane, in particolare letteratura illustrata per l’infanzia, narrativa e storia contemporanea ed ha sviluppato una forte “sensibilità” verso tematiche legate all’integrazione, all’intercultura e all’inclusione sociale, nonché al rispetto dell’ambiente promuovendo pubblicazioni in tal senso.

La selezione dei libri per il concorso sulla Microeditoria italiana avviene grazie alle decisioni di una giuria qualificata e alle schede compilate dagli utenti delle biblioteche della Rete Bibliotecaria Bresciana. Quest’anno erano oltre ottanta le opere in concorso, ma il Marchio Di Qualità è stato assegnato infine all’opera “L’uovo di cavalla” di Antonio De Signoribus, dal sottotitolo altresì intrigante: “Fiabe, leggende e storie bizzarre raccolte e riscritte”.

L’opera si compone di ben 65 racconti. È un viaggio nella cultura popolare delle aree contadine del centro Italia, una esplorazione nel tempo e nello spazio di quel che la tradizione orale ci ha tramandato relativamente a credenze e paure, sortilegi ed imbrogli, incantamento e stupore.

“Non bisogna temere le fiabe popolari, come pensano certi genitori – commenta, orgoglioso per il risultato, De Signoribus – anzi bisogna tornare a leggerle sempre più intensamente, magari bambini e adulti insieme, perché fa bene all’anima. Non a caso la citazione riportata all’inizio del libro recita: ‘Se volete che vostro figlio sia intelligente raccontategli delle fiabe; se volete che sia molto intelligente, raccontategliene di più’. E se a dirlo è Albert Einstein c’è da credergli”.

La cerimonia ufficiale che si sarebbe dovuta proprio a Chiari verrà realizzata e trasmessa on line sabato prossimo, 14 novembre, a partire dalle 10 sul sito microeditoria.it.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.