ROCCA SANTA MARIA – Nel corso del pomeriggio di oggi, 10 novembre, è stato effettuato un intervento per il recupero di una cavalla, deceduta a seguito di una caduta avvenuta in località Cascata della Cavata nel comune di Rocca Santa Maria.

La cavalla di circa 12 anni, era al pascolo brado in zona insieme ad altri cavalli. Venerdì scorso, 6 novembre, era precipitata dopo che le era franata una porzione di terreno mentre transitava sul bordo del precipizio. A causa della violenza dell’impatto al suolo la cavalla decedeva e restava distesa nel corso d’acqua a valle della cascata.

Per impedire che a seguito della putrefazione del corpo potesse verificarsi l’inquinamento della falda acquifera, i Carabinieri Forestali, sentito il Sindaco di Rocca Santa Maria, hanno richiesto la collaborazione dei vigili del fuoco di Teramo che hanno subito inviato sul posto una squadra.

A causa dell’impossibilità di raggiungere con i mezzi operativi il punto dove si trovava il corpo della cavalla, si è reso necessario l’intervento di un elicottero del Nucleo dei vigili del fuoco di Pescara. Gli aerosoccorritori dell’elicottero “Drago 54” hanno assicurato la cavalla ad una rete utilizzata per il recupero di animali, agganciata ad una fune fissata al gancio baricentrico del velivolo.

La carcassa della cavalla è stata trasportarla per circa due chilometri e mezzo fino ad un terreno accessibile con gli automezzi. Qui è stata consegnata al proprietario che è tenuto allo smaltimento secondo le istruzioni fornite dal Servizio Veterinario della Asl.  Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri Forestali di Rocca Santa Maria per gli adempimenti di competenza.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.