SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito la risposta del Comune di San Benedetto ad un nostro articolo contenente una lamentela di un cittadino rispetto alla derattizzazione.
***
Con riferimento all’articolo intitolato “Un cittadino ci scrive: “Derattizzazione, il Comune la fa solo in centro?”, l’Amministrazione comunale precisa che il contratto stipulato con la ditta Quark che effettua il servizio di derattizzazione prevede la copertura dell’intero territorio comunale.
Il servizio prevede il posizionamento di erogatori di esche topicide in vie analiticamente descritte nel capitolato di gara e comunque distribuite su tutto il territorio comunale, anche se i dispositivi sono collocati sulla base della densità della popolazione di ciascuna zona. In ogni caso, il capitolato prevede che “La Ditta appaltatrice potrà essere chiamata, in caso di necessità e/o di emergenza, ad eseguire, interventi integrativi, radicali o aggiuntivi rispetto a quelli stabiliti anche presso diversi o presso gli stessi siti e strutture comunali, oggetto di interventi programmati“. E infatti la ditta è sempre pronta ad intervenire in caso di situazioni di particolare criticità opportunamente verificate dal Servizio Aree Verdi del Comune.
Lo stesso lettore afferma poi di aver acquistato esche da posizionare nella sua proprietà e con tutta probabilità l’addetto ha cortesemente fornito, su richiesta, una stima dei costi da sostenere sulla base delle tariffe praticate dalla sua azienda ai privati. Va infatti ribadito che il Comune non può in alcun modo intervenire su suolo privato ma soltanto su aree pubbliche. Naturalmente, il cittadino ha piena discrezionalità nell’individuare ditta di sua fiducia.
In ogni caso, lo stesso lettore conferma la tempestività dell’intervento e la cortesia manifestata dall’operatore, a dimostrazione della buona qualità del servizio offerto.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.