MARTINSICURO – “Era stanca degli insulti gratuiti e delle continue minacce poste in essere da due condomine, così una 52enne di Martinsicuro si è decisa di rivolgersi a Carabinieri di Martinsicuro ai quali ha raccontato tutte le storie che già dallo scorso anno si riverberano sulla quotidianità”.

Si apre così la nota stampa della Compagnia dei Carabinieri di Alba Adriatica diffusa il 6 novembre: “La donna, infatti, viene presa di mira da due condomine, le quali non perdono occasione per apostrofarla con ogni tipo di epiteto, ponendo in essere nei confronti della vittima in maniera reiterata e continua comportamenti prevaricatorio, tanto da ingenerarle un forte stato d’ansia e preoccupazione per la propria incolumità”.

Dall’Arma proseguono: “La particolare situazione ha costretto la donna a cambiare le proprie abitudini di vita quotidiana che, ogni qualvolta esce da casa o vi rientra, si guarda attorno per il timore di incontrare le due condomine, per la paura di essere affrontata sconsideratamente”.

“Raccolta la minuziosa denuncia e sentite alcune testimoni del condominio i militari truentini, ravvisando le ipotesi compendiate nel Codice Rosso, hanno rimesso una dettagliata informativa di reato al Tribunale di Teramo, per cui le due condomine dovranno rispondere del reato di atti persecutori” concludono dalla Compagnia.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.