SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Inizierà con la trasferta di Bolzano, seconda per distanza solo a quella di Trieste, l’avventura di mister Mauro Zironelli sulla panchina della Samb. Calcio d’inizio fissato alle ore 15 di domenica 1° novembre.

Il Sudtirol, che si trovava al primo posto solitario fino alla scorsa giornata, ora condivide la vetta della classifica col Padova (entrambe a quota 14) dopo lo scontro diretto perso per 2 a 0 all’Euganeo. Nicastro, ha sbloccato subito la gara sfruttando un errato disimpegno della difesa altoatesina, e poi ha realizzato la doppietta personale con una bella incornata di testa su assist dalla sinistra di Curcio. Quella inflitta dai patavini, è la prima sconfitta in campionato subita fino ad ora dagli uomini di Stefano Vecchi, che nelle precedenti sei gare avevano vinto 4 volte e pareggiato 2, mantenendo la rete inviolata contro Fermana, Feralpisalò e Carpi.

Mister Stefano Vecchi, è solito schierare in campo i suoi uomini col 4-3-1-2, un modulo che ha permesso di segnare 12 gol con ben 8 marcatori diversi in questo inizio di stagione. A causa dell’indisponibilità per infortunio degli attaccanti Odogwu e Fischnaller e del difensore Polak, l’11 titolare potrebbe essere così composto: Poluzzi; Fabbri, Vinerot, Curto, El Kaouakibi; Fink Greco, Beccaro; Casiraghi; Turchetta, Rover.

Tre sono gli uomini particolarmente pericolosi che i rossoblu dovranno tenere d’occhio:

Daniele Casiraghi: fantasista classe ‘93 che gioca nella posizione di trequartista, ma in caso di necessità, può ricoprire anche il ruolo di mezz’ala. Dotato di un buon destro, è stato soprannominato “il principino” nel corso della sua esperienza al Gubbio, dove ha raccolto 104 presenze e 18 gol. Curioso è il fatto che a credere in lui, nella stagione 2010/11, fu proprio mister Vecchi il quale lo fece esordire per primo tra i professionisti. Otto anni dopo i due si sono ritrovati a Bolzano.

Gianluca Turchetta: è un esterno offensivo brevilineo classe ‘91, molto abile nel dribbling, dotato di un mancino “educato”. Per lui è la seconda esperienza in maglia biancorossa (l’aveva già vestita nel biennio 2013-2015 contribuendo al raggiungimento di una semifinale ed una finale play off). Il “pifferaio magico” (appellativo attribuitogli per la sua iconica esultanza dopo ogni gol) ha collezionato oltre 220 presenze e 30 reti in Serie C. Il padre, Franco, è stato uno dei protagonisti dello storico scudetto del Verona 1984-85.

Giacomo Poluzzi: la solidità difensiva di una squadra, risiede oltre che nella compattezza del reparto arretrato, nelle mani del portiere, e se consideriamo che prima di Padova, gli altoatesini avevano incassato solo due reti, ciò è da attribuire anche all’esperienza del 32enne numero 1 biancorosso, capace di infondere sicurezza ai compagni con il suo temperamento ed i suoi interventi. E’ ormai prossimo alla quota delle 300 partite disputate tra i professionisti e nel corso della carriera, può vantare anche una presenza in Serie A con la maglia della Spal (stagione 2018/19).

Sono otto i precedenti della Samb in campionato con il Sudtirol: cinque vittorie, due pareggi e una sconfitta per gli altoatesini. Storica l’unica vittoria dei rossoblu nella stagione 2016/17 che espugnò il “Druso” mettendo a segno 5 reti (i nostri non segnavano così tanti gol dal 2008) quattro dei quali realizzati dal bomber Mancuso. Amara invece la sfida più recente risalente al 17 novembre dello scorso anno, con i ragazzi di Montero sconfitti per 3 a 0 con le marcature di Casiraghi, Mazzocchi e Morosini.

Per domani è previsto bel tempo a Bolzano con temperature comprese tra i 3°C e i 16°C. Senza il rischio della pioggia, Maxi Lopez e compagni potranno sfruttare al meglio il nuovo manto erboso dello stadio trentino appena ultimato. La gara sarà diretta da Mattia Pascarella (sezione di Nocera Inferiore, Salerno) coadiuvato dagli assistenti Michele Somma e Francesco D’Apice (entrambi di Castellammare di Stabia, Napoli) e dal quarto uomo Daniele Perenzoni (sezione di Rovereto, Trento).

ARBITRO Dirige l’incontro Mattia Pascarella di Nocera Inferiore, coadiuvato da Michele Somma e Francesco D’Apice di Castellammare di Stabia. Quarto uomo Daniele Perenzoni di Rovereto.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.