TERAMO – Operazione delle Forze dell’Ordine, in questi giorni, nel Teramano.

Dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Teramo, in una nota stampa diffusa il 31 ottobre raccontano: “I militari della Stazione di San Nicolò a Tordino hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione ad una ordinanza emessa dal Gip di Teramo un quarantenne del Teramano”. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

Dall’Arma proseguono: “L’uomo, già destinatario dal mese di settembre scorso di, una misura cautelare con cui gli era stato vietato di avvicinarsi alla casa materna, poichè ritenuto responsabile di numerosi episodi di soprusi, minacce, di morte ed estorsive, e violenze nei confronti degli anziani genitori, infischiandosene del divieto, era tornato nella casa materna a molestare e minacciare la donna con continue richieste di soldi”.

“I Carabinieri di San Nicolò anche dopo la notifica del divieto di avvicinamento hanno continuato a seguire la vicenda, vigilando sulla casa e sulle anziane vittime, e compiendo nuove indagini al termine delle quali rimettevano un corposo fascicolo alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo che, concordando le risultanze investigative, chiedeva al Gip un aggravamento della misura disposta in precedenza e un provvedimento restrittivo per contenere gli eccessi dell’uomo, tossicodipendente, che aveva reso la vita dei genitori un inferno” si legge nella nota stampa diffusa dai carabinieri teramani.

Dal Comando concludono: “Il Giudice per le Indagini Preliminari accogliendo pienamente la tesi della Procura, ha disposto che lo stesso venisse arrestato e tradotto in carcere. L’uomo è stato associato al carcere di Vasto”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.