SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Era il febbraio 2018 e la Samb di Ezio Capuano, in panchina, e Franco Fedeli, alla presidenza, perse per 2-0 in casa contro il Mestre di Mauro Zironelli, non senza polemiche del dopo gara da parte dell’allora presidente (clicca qui) che parlò apertamente di “figuraccia”.

Proprio il neo tecnico rossoblu, chiamato a sostituire Paolo Montero, alla fine di quella partita disse al nostro direttore (potete vedere il video): “Da giocatore, a Pescara, ho incontrato più volte la Samb: una piazza importantissima e uno stadio fantastico” dichiarò Zironelli a Riviera Oggi  dicendosi anche lusingato per l’interesse dei rossoblu, che pare avessero provato a contattarlo l’estate precedente, quella del 2017, quando poi le scelte della Samb ricaddero su Francesco Moriero.

“Conosco anche Ottavio Palladini con cui ho giocato al Pescara” ci disse Zironelli che infatti è stato coi delfini dal 1990 al 1991 e ancora nel 1992-93 con allenatore Galeone e anche Max Allegri come compagno di squadra.

Proprio l’esperienza a Mestre, per Zironelli, è forse quella più positiva: con i veneti, infatti, che ha guidato per due stagioni (2016-17 e 2017-18) ha centrato una promozione in Serie C e poi un sorprendente campionato fra i professionisti la stagione successiva con gli arancio che arrivarono decimi con tanto di accesso ai playoff e sfoggiarono un calcio di alta qualità: fatto di possesso palla, verticalizzazioni, difesa alta, tanto che la squadra si guadagna l’appellattivo di “Zirolandia”.

La bella stagione coi veneti gli vale l’anno successivo la chiamata al Bari, in Serie B, opportunità poi sfumata per il fallimento dei pugliesi. Di lì una stagione non entusiasmante con la Juventus Under 23, al debutto fra i professionisti, che conduce alla salvezza (12 vittorie, 6 pari e 19 sconfitte) e poi la scorsa stagione in cui è durato sulla panchina del Modena 16 partite (5 vittorie, 5 pari e 6 sconfitte) prima di essere esonerato.

Adesso per Zironelli la chiamata della Samb. Con la speranza che “Zirolandia” possa tornare un epiteto di moda.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.