SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un sospiro di sollievo per il bilancio comunale sambenedettese. Così ha commentato il sindaco Pasqualino Piunti la sentenza della Corte di Appello di Ancona che ha confermato la precedenza sentenza di primo grado del Tribunale di Ascoli, che nel 2014 ritenne infondata la pretesa della curatela.

La causa ha visto il Comune in giudizio contro la curatela fallimentare della ditta Falcicchio di Bari appaltatrice dei lavori di realizzazione del Palazzo dei Congressi (Palariviera) per circa 7,5 miliardi di lire.

Il Comune rescisse nel 1997 il contratto per inadempienza della ditta che si rivolse alla giustizia per chiedere il ristoro dei danni. “L’eventuale soccombenza avrebbe messo in serissime difficoltà il bilancio comunale già in sofferenza per le conseguenze della pandemia. Possiamo guardare con un po’ più di fiducia alla approvazione del bilancio di previsione del 2021” afferma il sindaco Piunti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.