ALBA ADRIATICA – “Si è servito del tetto di un’autovettura parcheggiata per forzare una finestra laterale, ad un’altezza di circa 3 metri, per poi intrufolarsi in una sala slot ad Alba Adriatica. L’allarme subito scattato al proprietario, gli ha consentito di vedere, dalle telecamere a circuito chiuso dell’attività commerciale, la sagome di un uomo incappucciato che tentava di forzare le cassette di sicurezza delle slot machine ivi presenti”.

Così in una nota stampa la Compagnia dei Carabinieri di Alba Adriatica: “Il proprietario ha così chiesto l’intervento sull’utenza telefonica 112  ed in un attimo è giunta sul posto l’autoradio del N.O.RM. della Compagnia Carabinieri di Alba Adriatica”.

“Il giovane, all’interno, sentendo l’auto che si fermava ha inizialmente interrotto le operazioni di scasso, ma ascoltando le voci all’esterno del locale temendo l’intervento del proprietario ha tentato la fuga arrampicandosi e servendosi come appoggi di alcuni televisori assicurati al muro che sono stati danneggiati, ma una volta guadagnata la finestra si è accorto con somma sorpresa ad attenderlo c’erano i Carabinieri del Radiomobile che hanno arrestato un 24enne di Alba Adriatica” aggiungono dall’Arma abruzzese.

“Nel corso della perquisizione personale rinvenuti due grossi cacciavite sequestrati.  L’arrestato è stato quindi tradotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida” concludono dalla Compagnia dei Carabinieri.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.