GROTTAMMARE – E’ sulla Variante urbanistica recentemente approvata dal Consiglio Comunale di Grottammare che si focalizza la critica del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Alessandra Manigrasso. La variante riguarda il piano regolatore dell’area sita in via Salvo D’Acquisto, in zona Ascolani.

“Quest’area doveva permettere la realizzazione del “Campus” inclusivo di tutte le classi della scuola dell’infanzia, elementare e media dei due plessi di via Dante Alighieri e via Marche. Con questa variante si va ad aumentare la cubatura in un lotto dove esiste una vecchia costruzione, questo lotto verrà alienato per fare cassa. L’area che pur mantenendo la destinazione di “area per l’istruzione” non potrà garantire quegli spazi e quelle aule, quei locali che facevano definire “la costruzione” come un vero e proprio Campus con aule spaziose, luminose, laboratori, biblioteca, mensa, palestra e verde. Con questa variante si troverà forse un giorno un semplice edificio scolastico” scrive la Manigrasso.

La consigliera si rallegra invece per il voto all’unanimità ricevuto dalla sua mozione in merito al sottopasso di via Alighieri e alla discussione sulla staticità dei ponti a seguito di una interrogazione sempre a propria firma.

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.