FP CGIL Ascoli Piceno: Lavoratori: da Eroi a Untori il passo è breve

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Esplode il contagio da Covid-19 nel Piceno e la Cgil, dipartimento Funzione Pubblica del Piceno, fa sentire la sua voce: “Abbiamo assistito, prima, alla celebrazione di tutti gli operatori del sistema sanitario – definiti “eroi”- e, terminato il lockdown, ad una corsa pubblica al ringraziamento con esponenti del mondo politico che, da una parte, si sono congratulati con se stessi per l’organizzazione della sanità e per la gestione della pandemia e, dall’altra, si sono riempiti la bocca di parole lodevoli e di promesse di premi e assunzioni per tutto il personale sanitario”.

“Tuttavia, lo sappiamo, la memoria è breve. E quelli che a marzo erano “eroi”, oggi sono tornati ad essere i soliti fannulloni del pubblico impiego. La Fp Cgil fa notare che oggi, che nel Piceno i contagi hanno raggiunto vette altissime, stranamente gli “eroi” sono diventati “untori”, i Dirigenti sanitari puntano il dito verso i dipendenti e con l’intervista al Tg1 dell’Area Vasta 5 si è ormai oltrepassato il limite di sopportazione circa le illazioni che i lavoratori del sistema sanitario debbono sopportare” si legge nella nota.

“E mentre il personale in prima linea nel fronteggiare la pandemia si prende le colpe dei contagi, in Regione i Dirigenti si spartiscono un bel gruzzoletto con tanto di Delibera – continua la Cgil – Se la nuova organizzazione tanto pubblicizzata è così efficiente come dicono, non si spiega come mai nulla sia stato trasmesso alla Rappresentanza Sindacale Unitaria dell’Area Vasta 5 o alle Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative, in netto contrasto con le linee guida della Regione Marche”

Nella Delibera di Giunta Regionale si leggeva chiaramente l’obbligo di ripristino, in tutti gli ospedali, di percorsi ben distinti e differenziati tra Covid e non. Eppure sembra ci sia la volontà di evacuare nuovamente il Madonna del Soccorso e questo comporterebbe, come sappiamo bene, danni irreparabili per i lavoratori e soprattutto per i cittadini.

La Fp Cgil sottolinea anche la situazione non facile per i lavoratori che lavorano nelle Rsa, siano esse pubbliche che private.

“Dulcis in fundo, come tralasciare l’igiene ambientale e, in particolare, la Picenambiente? Da mesi la Fp Cgil chiede di essere inserita nel Comitato di prevenzione e sicurezza da Covid con lo scopo di poter suggerire le misure più sicure e attuabili da adottare, ma evidentemente il contributo non è necessario e l’azienda ha il pieno controllo della situazione, tanto che non ha nemmeno la certezza di lavoratori positivi al Covid visto che sembrerebbe che nessuno abbia avviato la procedure sanitarie attivando l’Area Vasta 5. In sostanza, la Fp Cgil vuole ribadire pochi e semplici concetti: i lavoratori sono lavoratori e non eroi, né tantomeno untori. Pertanto i Dirigenti Sanitari e Amministrativi dovrebbero farsi un bagno di umiltà, una volta tanto” conclude la Cgil.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.