TERAMO – “Nella nottata tra il 19 e 20 ottobre, quando l’allarme di un bar di Silvi Marina, nel Teramano, è entrato in funzione, alcuni cittadini hanno avvisato la centrale operativa dei Carabinieri di Giulianova, che immediatamente ha inviato  la pattuglia di Pineto”.

Così si apre la nota stampa della Compagnia dei Carabinieri di Giulianova, diffusa il 20 ottobre: “Uno dei tre malviventi, che attendeva fuori dal bar a bordo di un auto, alla vista dei militari si è dato alla fuga abbandonando sul posto i due complici i quali, a loro volta, sono fuggiti prima a piedi per poi rubare due biciclette per allontanarsi più velocemente dalla zona”.

“I militari di Pineto hanno però iniziato a perlustrare tutte le vie della marina di Silvi, fino a quanto uno dei tre ladri non è stato trovato nascosto dietro un cassonetto dell’immondizia, con la bicicletta appena rubata ed addosso il grimaldello usato per forzare la porta d’ingresso del bar. E’ stato quindi immediatamente condotto in caserma ed arrestato per furto aggravato” affermano dall’Arma abruzzese.

Dalla Compagnia concludono: “Si tratta di un campano di 26 anni, già noto alle Forze dell’Ordine. L’intera refurtiva, costituita da un televisore da 65 pollici, 60 bottiglie di birra, una bicicletta e circa 100 euro in contanti, per un valore complessivo di circa 3 mila euro, è stata restituita ai legittimi proprietari. L’uomo dovrà presentarsi domani, 21 ottobre, in Tribunale, accompagnato dai Carabinieri, per l’udienza di convalida dell’arresto”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.