GIULIANOVA – “Nella serata di ieri, 14 ottobre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Giulianova, nell’ambito di un servizio appositamente predisposto a tutela dei commercianti, hanno sventato una estorsione ai danni del titolare di un bar del lido“.

Si apre così la nota del Comando Provinciale di Teramo: “Un quarantottenne del luogo già noto alle Forze dell’ordine, infatti, è entrato nel locale chiedendo da bere al barista. Dopo essere stato servito, si avvicinava alla cassa e chiedeva al barista di dargli del denaro se non voleva che gli mettesse a soqquadro il locale. Al rifiuto, l’uomo iniziava a rovesciare alcuni vasi di fiori presenti nel bar e le bottiglie sul bancone, mandando tutto in frantumi. Poi afferrava il barista per un braccio torcendoglielo dietro la schiena e dicendogli di dargli immediatamente del denaro, e di non denunciare assolutamente l’accaduto perché, altrimenti, avrebbe ucciso lui e fatto del male anche ai suoi familiari. Il giovane malcapitato fingeva di adempiere a quanto richiesto dall’uomo, ma poi fuggiva all’esterno del bar”.

“I Carabinieri, che erano nelle vicinanze, udivano il frastuono ed intervenivano immediatamente fermando il quarantottenne che, nel frattempo, stava cercando di raggiungere il barista fuggito all’esterno – dichiarano dall’Arma – Dopo le formalità di rito in caserma, l’uomo è stato arrestato per tentata estorsione e condotto in carcere, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.