TERAMO – “Nel corso della giornata di oggi, 13 ottobre, il Centro epidemiologico della Asl di Teramo ha comunicato l’esito negativo del secondo tampone eseguito ai vigili del fuoco ancora in isolamento domiciliare, in seguito al caso di positività al Covid-19 di un loro collega della sede di via Diaz. Pertanto, con il rientro in servizio degli ultimi quattordici vigili del fuoco, il turno operativo posto in quarantena tornerà ad essere pienamente operativo a partire dalla notte di domani 14 ottobre”.

Così in una nota il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Teramo: “Il Comando ha messo in atto tutte le procedure previste per la gestione dei casi di positiva al Covid-19, adottando misure elevate di sicurezza, fornendo la necessaria informazione in merito a quanto verificatosi e provvedendo alla sanificazione degli ambienti e dei mezzi. La corretta gestione del caso di contagio, che non ha avuto diffusione all’interno della sede centrale dei vigili del fuoco, è stata possibile solo grazie alla collaborazione fornita dal dottor Francesco Micheloni, Medico Incaricato dello steso Comando e il competente Servizio della ASL, che si ringraziano la preziosa e competente collaborazione fornita”.

“Occorre evidenziare che il dispositivo di soccorso non ha subito ripercussioni dal caso di contagio, grazie alla piena disponibilità del personale di turno libero richiamato in servizio che ha effettuato anche un orario di lavoro di 24 ore pur di garantire l’ordinario servizio di soccorso – concludono dal Comando – Il pompiere contagiato è quasi completamente guarito e nei prossimi giorni sarà sottoposto al tampone faringeo per verificare la presenza del Coronavirus e, in caso di esito negativo, rientrare in servizio”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.