FERMO – “Nel pomeriggio di ieri, 9 ottobre, sono proseguiti i controlli nel quartiere di Lido Tre Archi di Fermo disposti dal Questore di Fermo e condotti dagli operatori della Squadra Mobile, Volanti, Polizia Scientifica, Polizia Amministrativa, Polizia Anticrimine, Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e dall’unità cinofila della Guardia di Finanza”.

Così la Questura di Fermo, in una nota stampa diffusa il 10 ottobre: “Sono stati effettuati numerosi posti di controllo mentre il personale della Polizia Amministrativa ha proceduto alle verifiche di competenza sui locali di somministrazione di alimenti e bevande per il rispetto dell’ordinanza comunale di Fermo del 2 ottobre relativa al divieto di vendita e consumo di bevande alcoliche. Nel contempo la Squadra Mobile ha proceduto alla verifica della “sigillatura” di porte e finestre degli appartamenti oggetto dell’ordinanza sindacale per il contrasto alle occupazioni abusive, non riscontrando particolari anomalie. Analogo esito ha dato il controllo della grata metallica apposta il 30 settembre scorso per impedire i passaggi e la fuga tra i diversi comparti edilizi”.

Il resoconto finale dell’attività a Lido Tre Archi è di 80 persone e di 50 veicoli controllati, 4 esercizi commerciali sottoposti a verifica dalla Polizia Amministrativa, 6 appartamenti e 2 casolari esaminati, numeri che si aggiungono alle 150 persone e 70 automezzi controllati, alle 17 sanzioni amministrative elevate e 3 veicoli sottoposti a sequestro per violazioni al Codice della Strada nella sola giornata di ieri dalla Polizia di Stato fermana.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.