SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In merito all’ultima nota stampa diffusa dal sindacato Ugl (clicca qui), pubblichiamo di seguito la risposta del Comune di San Benedetto.

***

Con riferimento alle affermazioni del sindacato Ugl circa un presunto debito di 4 milioni accumulato dal Comune nei confronti di Picenambiente, l’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto smentisce tale circostanza e diffida i responsabili della suddetta sigla sindacale dal diffondere notizie false e lesive dell’immagine dell’Ente.

Il Comune di san Benedetto del Tronto (che, detto per inciso, copre con il proprio contratto circa il 50% della voce “rifiuti” del bilancio medio di Picenambiente spa) non ha debiti con l’azienda che gestisce il ciclo dei rifiuti.

Le fatture di Picenambiente spa vengono sistematicamente liquidate nei tempi contrattualmente stabiliti, ovvero entro 60 giorni dalla emissione del documento contabile.

Nessun rilevo infatti è stato mosso al Comune da parte di Picenambiente spa e dunque nessun “braccio di ferro” è in corso con l’Amministrazione comunale.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.