SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “La Fermana ha giocatori agili, bravi nell’uno contro uno, e sa difendersi bene”: così Paolo Montero prima di Samb-Fermana, partita valevole come terza giornata del campionato, primo turno infrasettimanale.

“Abbiamo avuto delle titubanze perché ancora non ci conosciamo: questo succede quando si inizia a giocare sul serio, quindi in campionato. Quando abbiamo perso col Carpi sembrava che avessimo perso sei partite di fila: era una bolla di sapone. Ricordiamo che gli stranieri devono ambientarsi, mentre calciatori come Bacio Terracino, Chacon, Malotti e altri stanno recuperando” continua il mister, “alcuni giocatori che giocano da trequartista possono giocare anche come esterni, è una variabile che ci aiuta. I calciatori sono stati scelti apposta per coprire ciascuno di loro almeno due ruoli”.

“Anche l’anno scorso abbiamo fatto la stessa preparazione di quest’anno, ma stavolta abbiamo una squadra con giocatori diversi, più fisici, che quindi rispondono diversamente. Per quanto riguarda la fase difensiva, io non ho visto negatività, dobbiamo migliorare nella gestione del pallone” afferma Montero.

“Tutti i giocatori nel loro paese hanno giocato dei derby, in Argentina i derby sono molto sentiti e si sa quanto valgono. Mi aspetto un miglioramento ma devo dire che con il Gubbio oltre il loro gol non ho notato grandi occasioni da gol” conclude Montero.

Assenti Di Pasquale per squalifica (2 giornate), Biondi per infortunio e Botta per l’attesa del passaporto dall’Argentina. Disponibile il neo-acquisto D’Angelo, torna tra i convocati D’Ambrosio dopo la squalifica.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.