MASSIGNANO – C’è anche il sindaco di Massignano Massimo Romani tra gli oltre cento primi cittadini che sostengono ‘iniziativa del Coordinamento Nazionale per le Fusioni tra Comuni: da Dario Nardella, sindaco di Firenze, ad Antonella Invernizzi, prima cittadina di Morterone, il comune più piccolo d’Italia che conta 36 abitanti. 

 “Chiediamo a Conte di implementare i contributi incentivanti per le fusioni tra comuni previsti nella legge Delrio” dichiara Antonello Barbieri, presidente  del comitato per le fusioni, in una nota. “Questo determinerebbe una decisa  accelerazione delle fusioni nel Paese  e quindi meno spese per lo Stato e più servizi per i cittadini”.  

Barbieri, infine  sottolinea come “la razionalizzazione del governo dei territori sia in perfetta sintonia con gli obiettivi che ispirano i principi dell’imponente  piano di sostegno alla nostra economia messo in campo dall’Europa, il cosiddetto  Next Generation E.U. 

E quindi non aiuti a pioggia ma riforme strutturali in grado di semplificare e rendere più efficienti le strutture di governo e la burocrazia.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.