SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 24 settembre il giudice Rita De Angelis ha rinviato a giudizio un ingegnere, per omicidio colposo, nella tragica vicenda accaduta in Riviera tre anni fa.

Parliamo della tragedia al Luna Park di San Benedetto dove la 27enne Francesca Galazzo, il 14 luglio, perse la vita dopo essere caduta dalla giostra “Sling Shot”.

Tre i tecnici indagati del Nord Italia: per uno è arrivata l’assoluzione per un altro estinzione del reato e posizione stralciata (poiché deceduto nel frattempo) e, appunto, rinvio a giudizio per il terzo (colui che firmò il collaudo). Tutti difesi dal legale ascolano Alessandro Scendoni.

Il processo nei confronti dell’ingegnere si terrà a febbraio 2021 ma non sono esclusi altri colpi di scena prima di questa data, e altri indagati, sulla tragedia che scosse San Benedetto e non solo in quella triste estate 2017.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.