COLONNELLA – “Aveva scelto la centralissima scalinata di Colonnella per incontrare gli acquirenti, ai quali spacciava da alcuni mesi hashish e marijuana. Gli strani movimenti non erano però passati inosservati ai Carabinieri della locale Stazione che, in più di un’occasione, avevano osservato prima e controllato poi i ragazzi che si rifornivano da un 42enne del luogo”.

Così in una nota stampa del 25 settembre, dalla Compagnia dei Carabinieri di Alba Adriatica: “La fiorente attività portata avanti dall’uomo si è interrotta allorquando i militari hanno eseguito un blitz bloccando un acquirente e perquisendo l’uomo che aveva fornito la droga. Nelle tasche, infatti, sono state trovate alcune bustine numerate contenenti sostanza stupefacente”.

Dall’Arma abruzzese raccontano: “La sorpresa maggiore i militari l’hanno avuta nel corso della perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati rinvenuti poco più di 80 grammi di marijuana, 50 grammi di hashish, un bilancino elettronico per pesare le dosi, materiale per il confezionamento, ma soprattutto un tesoretto di 66 mila euro, in banconote di piccolo/medio taglio, segno inequivocabile che l’illecita attività di spaccio era sicuramente più remunerativa di quella di operaio”.

“Sia lo stupefacente, che il malloppo trovato sono stati sequestrati e l’uomo è stato pertanto deferito per spaccio di sostanze stupefacenti. Sono in corso in corso indagini per stabilire la fitta rete di acquirenti di Colonnella e Comuni limitrofi che si rifornivano dall’uomo” concludono i militari.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.