SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Polizia di Stato ha monitorato nei giorni scorsi i mezzi di trasporto che, dall’inizio dell’anno scolastico, sono utilizzati dai ragazzi per raggiungere le scuole dell’Ascolano.

Un rafforzamento della vigilanza anche a seguito delle norme anti-Covid da rispettare e dall’inizio dell’anno scolastico.

Dalla Questura di Ascoli, tramite nota stampa, dichiarano: “Nel dispositivo sono impegnate le pattuglie della Squadra Volanti della Questura di Ascoli Piceno e del Commissariato di San Benedetto del Tronto, nonché gli equipaggi della Polstrada, della Postale e della Polfer, con il compito principale di sensibilizzare gli studenti sull’osservanza delle misure di profilassi sanitaria, come l’uso delle mascherine a bordo di bus e treni e il lavaggio frequente delle mani, che sono una barriera sicura per non portare a casa il virus e contagiare i propri cari”.

In questi giorni sono giunte alcune segnalazioni su qualche inosservanza dei provvedimenti anti-Coronavirus da parte di qualche giovane, ma anche da persone più adulte.

Dalla Questura ascolana, a riguado, concludono: “I ragazzi stanno capendo la delicatezza del momento, consci che la battaglia sarà vinta solo se ciascuno farà la sua parte”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.