ANCONA – Di seguito una nota del Comune di Ancona e del sindaco Valeria Mancinelli.

Domani, 18 settembre, ad Ancona riapriamo tutto: scuole, impianti sportivi all’aperto, parchi, centri semi-residenziali.

Prudenzialmente evitiamo ancora di consumare vegetali a foglia larga prodotti nel territorio comunale e laviamo bene gli altri prodotti.

Ci sono buone notizie dall’ente che sta verificando la qualità dell’aria, ovvero Arpam.

La nostra preoccupazione maggiore era legata al possibile sprigionamento di cianuri (acido cianitrico) dalla combustione del poliuretano.

Ebbene le 6 stazioni piazzate in città hanno rilevato assenza di queste sostanze nell’aria.

Solo nel luogo dell’incendio il dato era presente, ma il valore era 10 volte sotto il limite di legge consentito.

La qualità dell’aria comunque migliora, le PM1 sono scese ulteriormente (dal picco di 250 di ieri mattina a 13 di oggi). Per capirci un dato pari a 250 corrisponde alle emissioni di 2 sigarette in una stanza 4×4 metri.

Per la situazione atmosferica attuale può permanere invece il cattivo odore nell’aria.

Aspettiamo ulteriori dati su quello che abbiamo respirato nella giornata di ieri. Arriveranno tra domani e dopodomani i dati su metalli e diossina. I dati raccolti hanno tempi tecnici per essere processati. Ci sono comunque buoni segnali: non sono stati segnalati casi, richieste di aiuto in ospedale per interventi particolari. Ed è un buon indicatore.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.