SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “E’ stata una notte tutto sommato tranquilla quella appena trascorsa a San Benedetto del Tronto, con numerose persone in strada a godersi quest’ultimo pezzo d’estate e tanti giovani in giro alla ricerca del divertimento, nonostante il divieto di ballare confermato dall’ultimo D.P.C.M. sulle misure volta a impedire la diffusione del Covid-19″.

Così in una nota la Questura di Ascoli il 13 settembre: “Come avviene ormai da prima dell’estate a vegliare che tutto filasse liscio c’erano le forze dell’ordine, con poliziotti, carabinieri, finanzieri e vigili urbani coordinati da due funzionari della Questura, l’uno nel capoluogo ascolano, l’altro in Riviera delle Palme”.

Dalla Questura aggiungono: “Era presente anche la Polizia Scientifica per ritrarre con macchine fotografiche e videocamere quelli trovati senza mascherine nei luoghi più caotici della movida”.

“Anche le strade limitrofe al quadrilatero della movida sono state monitorate dalle forze dell’ordine, come via Aspromonte e via Labirinto, ma quelle poche persone trovate lì non hanno dato luogo a condotte tali da meritare una censura” affermano i funzionari dalla Questura ascolana.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.